“LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO”

OBIETTIVO BENESSERE, UNA SCELTA DI VITA.

 

Otto relatori, sei ore di convegno, quarantacinque minuti di teatro, più di settecento partecipanti. Questi sono solo alcuni dei numeri dell’undicesima edizione di “Obiettivo Benessere”, ideato e organizzato dalla dott.ssa Paola Fiori, direttore sanitario del Frontis, Istituto di medicina integrata, che si è tenuto sabato 5 marzo all’Università Salesiana di Roma. Numeri che confermano la sempre crescente attenzione della popolazione verso la cura di sé stessi, dello star bene a trecentosessanta gradi. Il team Frontis sembra aver colto nel segno, supportato dalla presenza del presidente del II Municipio di Roma, Giuseppe Gerace, della presidente del Consiglio del III, Francesca Leoncini, del consigliere comunale di Selci, Alfredo D’Antimi, del tesoriere dell’Ordine dei Medici di Roma, Ernesto Cappellano, della Presidente del Collegio delle Ostetriche di Roma, Iolanda Rinaldi e del Rettore Magnifico dell’Università Salesiana, il professor Don Mauro Mantovani.

Un incontro con il quale la medicina integrata è diventata comprensibile anche a chi non appartiene al settore medico. Attraverso esperienza, dati scientifici e ricerche ne è stata illustrata l’applicabilità in ogni aspetto, dalla nutrizione alla medicina estetica del viso e del corpo, passando per la medicina anti-aging fino alla sessualità, senza tralasciare la riflessione sulla dimensione etica della corporeità.

Ed è stata proprio la multidimensionalità dell’approccio presentato agli auditori la forza di un meeting che attraverso le accurate relazioni degli esperti ha coinvolto i presenti in una nuova visione di sé stessi. La cura intesa come conoscenza della propria persona, nella percezione che ogni organismo ha necessità diverse che, con l’aiuto di medici specializzati, possono essere evidenziate e risolte con strumenti mirati.

Foto evento

 

Equilibrio e sobrietà il leit motiv degli interventi del parterre di specialisti che la dott.ssa Fiori ha fortemente voluto al tavolo del convegno. Ognuno di loro a disposizione dei partecipanti: il direttore sanitario dell’istituto di Medicina Genetica Preventiva di Milano, Giuseppe Di Fede; il responsabile scientifico Driatec, Daniele Vietti; l’omotossicologa, medico estetico presso l’Istituto Frontis, la dott.ssa Ilenia Balducci; il docente di Teologia morale presso l’Università Salesiana, Don Paolo Carlotti; il chimico e tecnologo farmaceutico, responsabile Scientifico della Pegaso, la dott.ssa Heide De Togni; l’ostetrica vicepresidente dell’associazione Progetto Mamma, Domenica Ferrari e la docente di filosofia del linguaggio, estetica e letteratura, la professoressa Cristiana Freni. Un percorso di sei ore, guidato in alternanza da ognuno di loro, alla ricerca di un’armonia che non passa solo attraverso il corpo umano inteso nella sua totalità, ma anche attraverso il contatto con il mondo animale, uno spazio di interazione spesso sottovalutato, ma che ha invece dei risvolti sorprendenti nel superamento di molte patologie, come hanno raccontato e illustrato il dottor Flavio Langone e Fabrizio Innocenzi di Animali in famiglia, associazione di volontariato che si occupa di pet therapy.

Obiettivo benessere, anche quest’anno organizzato in prossimità della Festa della Donna, non è stato solo un incontro divulgativo, ma è stata un’occasione unica di confronto e scambio culturale, medico, scientifico ed emozionale. Nulla lasciato al caso, ogni spessore dell’essere umano accuratamente scandagliato.

A chiudere la giornata, con perfezione chirurgica, la straordinaria sintesi teatrale affidata a “Venereo. L’amore trasmissibile”, reading teatrale performativo ideato e interpretato da Marzia Ercolani, attrice, autrice e regista romana talentuosa. Uno spettacolo che accende lo sguardo e apre il cuore di ognuno, attraverso un linguaggio a misura di coscienza e corpo umani, reso ancora più efficacie dalle musiche di David Zulli e dal gioco di luci di Giorgio Carugno. Sentimento, natura umana e malattia vengono rappresentati in un viaggio appassionante nell’amore, fisico e non.

L’appuntamento è al prossimo anno. Il cammino, intanto, è sempre in direzione benessere.

Valeria Riccioni

Vania Riccioni

Partecipazione al convegno Frontis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *